Torna in sella l’assessore indagato mentre la sanità siciliana è in ginocchio: 3 milioni di visite cancellate