Definì le sorelle Napoli “mafiose” ma il pm vuole archiviare: “E’ diritto di critica”