Il rischio delle lezioni a distanza: “Ora la dispersione potrebbe raddoppiare”