Messina, al museo il “biglietto sospeso” per i più disagiati