Trattativa, Giovanni Ciancimino: «Mio padre contattato per fermare le stragi»