Lampedusa, la strage di donne e bambini: «Basta raccogliere morti che galleggiano»