Palermo, sigilli allo storico “sfincionaro” della Guilla